Bambina soccorsa alla Riserva dello Zingaro dall’82° Centro C.S.A.R.

RISERVA DELLO ZINGARO – TRAPANI

L’allarme era stato lanciato poco dopo le quattro del pomeriggio dai genitori della bambina che, scivolata da un sentiero, si era probabilmente fratturata la caviglia destra.

Martedì 14 settembre un equipaggio dell’82° Centro C.S.A.R. ha effettuato una missione di soccorso con un elicottero HH-139B in favore di una bambina ferita di 11 anni.
L’incidente è avvenuto durante una escursione con i genitori nella Riserva naturale dello Zingaro, in provincia di Trapani.

L’equipaggio dell’82° Centro CSAR di Trapani, è decollato alle ore 17:26 e si è diretto presso lo stadio di Castellammare del Golfo, dove erano presenti due operatori del CNSAS (Centro Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) per unirsi al gruppo di soccorso.

L’elicottero ha raggiunto la Riserva dello Zingaro in meno di trenta minuti, per calare tramite il verricello prima l’aero-soccorritore dell’equipaggio e poi il team di recupero.

La bambina, che non era più in grado di camminare, è stata messa in sicurezza e recuperata unitamente  alla madre (in quanto minorenne), con una doppia operazione di verricello in “hovering”, ovvero con una manovra dell’aeromobile eseguita a sostentamento verticale.
Fonte www.cnsas.it

Terminate le operazioni di recupero, pochi minuti prima delle diciotto, l’elicottero è ritornato verso il campo sportivo di Castellammare del Golfo, dove la bambina, sempre accompagnata della mamma e dagli operatori del CNSAS, è stata finalmente affidata alle cure mediche del 118.

La missione è terminata alle ore 18:30, completando l’intero intervento di soccorso con una sortita della durata di un’ora e quattro minuti di volo.

L’intervento è stato avviato su richiesta del C.N.S.A.S. Sicilia e coordinato dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE), che ha attivato l’equipaggio in prontezza d’allarme H24 dell’82° Centro C.S.A.R.


L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di pazienti in imminente pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando anche in condizioni meteorologiche marginali.

In questi mesi estivi, inoltre, il personale e gli assetti dell’82° Centro CSAR sono stati costantemente impegnati nella Campagna Antincendio Boschivo (AIB), in seguito all’accordo siglato tra il M.D. e il Dipartimento della Protezione Civile.

 

Condividi l'articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.