Festeggiamenti a Cervia per il 90° Anniversario del 15° Stormo

Cervia – 29 giugno 2021

I festeggiamenti di solito assumono particolare importanza e rilevanza in corrispondenza dei 25, dei 50, dei 75 per non parlare poi dei 100 anni di ricorrenza da un evento o dalla costituzione di un Reparto.

Ma anche i 90 anni sono un traguardo considerevole, e così il 29 giugno il 15° Stormo ha ricordato e festeggiato il 90° Anniversario della sua costituzione, avvenuta il 1 giugno del 1931.

Il Covid e tutte le precauzioni di carattere sanitario da esso imposte hanno fortemente vincolato e limitato la tradizionale volontà del 15° Stormo di radunare e stringersi intorno ai suoi uomini ed alle sue donne nelle ricorrenze importanti del Reparto.

Un post di ieri, pubblicato su Facebook, ricorda “quella volta, della foto,” in cui fu celebrato il 50° Anniversario dello Stormo ed io, insieme a tanti altri che ora leggono, c’ero….. eccome se c’ero!!!! Ieri è stato celebrato il 90° ed io, insieme a tanti altri che ora leggono, non c’ero.

Evidente è tutto il rammarico per “non esserci stati” , condensato nella faccina con la lacrimuccia e con il mammajut finale.

Tutti avremmo voluto partecipare ma più di così non si poteva fare; e per quanto è stato organizzato e realizzato dobbiamo ringraziare innanzitutto il Comandante dello Stormo, Col. Pil. Giacomo Zanetti, che ha voluto fortemente questa cerimonia, svoltasi quasi in sordina ma assai sentita e ricca di significati e di speranze.

E’ iniziata con l’alzabandiera e con la deposizione di una corona al monumento dei Caduti, con il Reparto schierato (una rappresentanza) ed alla presenza delle Autorità Civili (i rappresentanti dei Comuni di Cervia e Cesena) e delle Associazioni Arma Aeronautica di Lugo di Romagna, Rimini, Cervia, Cesena, Faenza e Forlì.

Presente ovviamente anche l’Associazione Gente del 15°, con il Presidente Gen. D.A. (r) Carmine De Luca ed i generali Romanini e Ricciardi.

E non sono neppure mancate le gradite partecipazioni degli ex Comandanti di Stormo, quali il Gen. S.A. Valtero Pomponi ed il Gen. de Liguoro – in congedo – ed i piu’ giovani ed ancora in servizio Gen. Preo e Colonnelli Trozzi ed Invrea. Una tradizione che, antica e desueta, ha ritrovato vitalità ed apprezzamento grazie alla rinnovata iniziativa e decisione di “chiamare a corte”.

Doveroso però, anche se doloroso, segnalare l’assenza del Presidente della Sezione AG 15 di Cervia e la mancata partecipazione anche di una minima rappresentanza degli ex dell’ 83° Centro, che hanno – lo ricordo ai più giovani – creato e ben rappresentato il Soccorso Aereo dell’A.M. in terra di Romagna; in questo, abbiamo ancora molto da imparare ma ce la possiamo fare.

La cerimonia è proseguita con la Santa Messa, officiata all’interno dell’hangar da Don Marco Galanti, che tra lo stupore e l’ammirazione di molti ha saputo accattivarsi l’attenzione e gli apprezzamenti di tutti con la sua attenta, puntuale e precisa narrazione della storia del 15° Stormo, dalla sua costituzione fino ai giorni nostri.


Quindi è stata l’ora dei discorsi ufficiali, che in una cerimonia non possono assolutamente mancare, necessari soprattutto a dare il giusto risalto e solennità all’evento; il Gen. Magnani, in rappresentanza del Sindaco di Cesena e cognato del mai dimenticato Col. Stefano Mariotti, il Presidente della Associazione Gente del 15° e quindi il Col. Giacomo Zanetti, Comandante di Stormo.

A seguire i convenuti hanno potuto visitare la Mostra Storica allestita di fronte al luogo della cerimonia, all’interno dello shelter…

e, assistere al passaggio di una formazione di 4 elicotteri (1 HH 101, 1 A2 212 e 2 HH 139)

e infine alla “dimostrazione S.A.R.” dell’HH 139 Special Color con piccola variante….. e saluto finale!

 

In tema di “special color”, va il ringraziamento della Associazione Gente del 15° e del 15° Stormo alla Ditta Leonardo, per il supporto finanziario offerto alla sua realizzazione.

“Sulle due fiancate sono riportati in maniera predominante il simbolo del soccorso e il grido del mammajut…, due elementi che legano i due periodi storici che contraddistinguono la storia del 15esimo;
il primo – il mammajut – legato al periodo in cui il 15° era uno dei Reparti della R.M.L. mentre il secondo – il simbolo del soccorso aereo – arrivato nel 1965 e da allora sempre presente fino ad oggi.
L’ala del soccorso è allungata e protesa verso l’alto a significare l’importanza di questo compito, i numerosi interventi fatti con questo compito istituzionale e l’estensione geografica dello stormo che garantisce il proprio intervento su tutta la penisola.
Sopra a questa ala quindi troviamo da un lato i 3 stemmi storici dello stormo più significativi, dall’altro lato gli stemmi di tutti i gruppi di volo stretti intorno all’ala a freccia, a testimonianza dell’unione tra i gruppi/centri protesi verso il futuro.
Sul piano di coda e sul muso ci sono alcuni elementi estrapolati dal logo realizzato per il 90esimo; i colori utilizzati sono il blu e l’oro (preferito per ragioni stilistiche al giallo), colori che contraddistinguono lo stemma del 15° Stormo.”

Clicca per ingrandire – Foto ad alta risoluzione


La bella giornata non poteva che concludersi con una bella foto di gruppo ed una ricordo “amarcord” dei nostalgici davanti al vecchio e mai dimenticato HH3F (Onda 20) per l’occasione tirato a lucido e ricondizionato.

E per finire …… pranzo di corpo, l’intervento della Calotta e l’immancabile “Mammajut”.

ODL

LEGGI ANCHE

DAL CIELO IN AIUTO ALLA VITA
Gli auguri del Presidente dell’Associazione Gente del 15°

INTERVISTA AL COMANDANTE DEL 15° STORMO
rilasciata alla televisione della Repubblica di San Marino

Sino alle Radici – di Giacomo De Ponti
“Origini e cronistoria dei reparti della Regia Aeronautica
che costituiscono le radici del 15° Stormo”

Cronistoria del 15° Stormo e della sua Gente
“La storia del 15° Stormo così come la identifichiamo
oggi con i suoi reparti (gruppi e squadriglie) operativi.”

TOP ARTICLE:
Questo articolo ha raggiunto il giorno 06/07/2020

7.123
visualizzazioni,
dopo cinque giorni in evidenza in prima pagina

Condividi l'articolo...

4 risposte a “Festeggiamenti a Cervia per il 90° Anniversario del 15° Stormo”

  1. E’ andata proprio cosi’!
    Grazie Ottavio! Cmqe tutti chiedevano del quarto uomo, ed eccoti qui preciso e puntuale.

  2. Bellissimo articolo, Ottavio, mi hai fatto “vivere” l’evento del 90° anniversario, mi è dispiaciuto e non poco, il dover rinunciare all’ultimo, di non poterci essere anch’io.
    Auguri e tanta GLORIA ancora sempre verde 15° STORMO.
    MAMMAJUT AIUT AIUT AIUT

  3. Grazie Ottavio per il bellissimo e sentito articolo. Mi sono potuto sentire anch’io partecipe dell’evento come nel 1985.

  4. Buongiorno, pubblico anche qui la risposta data su FB. :
    Ottavio Di Lorenzo del Casale ho letto l’articolo…e, ripropongo la lacrimuccia ? adesso, non solo per la mancata presenza del sottoscritto ma, anche apprendendo che, praticamente c’erano tutti, ma proprio tutti!!!
    Tranne coloro che, negli anni hanno contribuito a rendere grande il 15°, con il loro lavoro e, con tanti sacrifici…. Non parliamo di covid, poche decine di “vecchi” in più, non avrebbero certo rappresentato un pericolo.
    Diciamo piuttosto che, il “mio” 15° e quello di tanti altri che, non sono stati minimamente considerati, non esiste più ?.
    Ai bei tempi, e Lei comandante lo sa benissimo, questo non sarebbe successo, o si faceva con tutti o, non si faceva affatto e si rimandava a tempi migliori.
    Oppure, si faceva qualcosa di più “intimo” senza autorità ed associazioni varie ma, tra quella “Gente del 15°” che ha sempre vissuto lo Stormo con la consapevolezza di avere il “privilegio di salvare vite” più che fare cerimonie grandiose.
    Scusate, non voglio fare polemiche ma, prendetelo come uno sfogo da parte di chi ha fatto tutta la carriera Aeronautica amando profondamente quello che non ha mai considerato un lavoro. ????Buon tutto a tutti.?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *