IL CANT Z 506 B/S

A seguito di specifica richiesta pervenuta nel quadro di una ricostruzione storica alla nostra Associazione, la “Gente del 15°” è stata ben lieta di poter fornire le informazioni richieste, che la redazione pubblica ben volentieri a vantaggio di tutti.

Cant Z 506 del Soccorso aereo della Regia Aeronautica, versioni B e C trasfomate in S
Stemma dei reparti del Soccorso aereo, qui con il numero della 612ᵃ Sq.

 

Il Cant Z 506 in fotografia, presa nel 1943 (prima dell’8.9.1943) sull’idroscalo di Nisida (Napoli) sede della 182ᵃ Sq. RML e della 4ᵃ Sezione Soccorso, cui appartiene il velivolo, è un CZ 506 B, versione da bombardamento (sigla B) notabile per la presenza di una ampia stiva bombe nella parte inferiore della fusoliera ed impiegato dal 1943 anche dai reparti del Soccorso aereo della Regia Aeronautica per integrare la ridotta disponibilità dei velivoli Cant Z 506 A (poi C per Civile) provenienti dalle linee civili e convertiti alla funzione di Soccorso.

Cant Z 506 B (Bombardamento) modificato come ruolo “S” (Sanitario) utilizzato dai reparti del Soccorso dai primi mesi del 1943; sotto un CZ 506 B della 287ª Sq. RML

Questi ultimi differivano dalla versione CZ 506 B per la mancanza della stiva bombe e, quindi, per una fusoliera più filante, erano inoltre disarmati, come richiesto dalle convenzioni internazionali (è evidente l’assenza della torretta dorsale).

I velivoli delle unità del Soccorso avevano livree bianche con le croci rosse, per facilitarne l’immediato riconoscimento e la denominazione era CZ 506 S (Sanitario). Quindi il velivolo è un CZ 506 B/S (versione bombardiere, modificato come Sanitario e destinato al Soccorso).

 

Cant Z 506 B (Bombardamento) della 287^ Sq. RML, modificato come ruolo “S” (Sanitario) utilizzato dai reparti del Soccorso dai primi mesi del 1943;

I CZ 506 B/C delle unità del Soccorso avevano livree bianche con le croci rosse, per facilitarne l’immediato riconoscimento e la denominazione era CZ 506 S (Sanitario). Quindi il velivolo è un CZ 506 B/S (versione bombardiere, modificato come Sanitario e destinato al Soccorso).

Cant Z 506 A (C Civile) modificato come ruolo “S” (Sanitario) utilizzato dai reparti del Soccorso dal giugno 1940;

 

Un CZ 506 C in uso alle linee civili.

I CZ 506 B erano in dotazione agli Stormi, Gruppi e Squadriglie del Bombardamento Marittimo e della Ricognizione Marittima, mentre i CZ 506 A (C)/S (versione civile, modificata per Soccorso) erano in dotazione alle Squadriglie e Sezioni del Soccorso aereo.

  • Dal 10 giugno 1940, con l’inizio delle operazioni belliche, è organizzato il Soccorso aereo della Regia Aeronautica; sono costituite le Squadriglie e le Sezioni “S”: 612ª Sq., 613ª Sq., 614ª Sq., Sez. “Lero” e “Torre del Lago”)
  • il 31 maggio 1943 il “servizio soccorso” della RA è riorganizzato in 11 Sezioni aeree di Soccorso che entrano nell’organico di altrettante Squadriglie Ricognizione Marittima le quali assumono anche il compito di soccorso aereo nelle zone di mare non raggiungibili dai mezzi delle Sezioni Soccorso
  • dopo l’armistizio dell’8.9.1943, il 15 ottobre 1943: è operante in seno all’Aeronautica Cobelligerante (Regia Aeronautica ricostituitasi nel cd. Regno del Sud) il Raggruppamento Idrovolanti che raccoglie tutti gli idrovolanti CZ 506 B ed S, CZ 501 ed RS 14 dei reparti della Ricognizione Marittima e del Soccorso, continuando ad operare in queste specialità
  • il 14 aprile 1946 viene costituito il “Servizio Ricerca e Soccorso dell’Aeronautica Militare”; opera ancora con i CZ 506 B ed S fino alla loro radiazione, nel 1959 e sostituzione con l’anfibio Grumman HU-16A”

Giacomo De Ponti 

Condividi l'articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.