Operatore di bordo dell’85° Centro C-SAR entra nell’Explorers Club di New York per il record d’immersione su battello ‘Milano’

Il Primo Maresciallo Mario Marconi ricorda quei momenti: a 241 metri di profondità per 8 ore

di Alessandro Salamena

“Nel dicembre del 2008 mi sono immerso sul relitto del battello Milano, un’operazione che ha richiesto un’immersione a 241 metri di profondità nel Lago Maggiore per una durata di circa 8 ore. Ad oggi rappresenta il record mondiale di immersione su relitto”. E’ proprio il protagonista di questa operazione, il Primo Maresciallo Mario Marconi, operatore di bordo sugli elicotteri di Ricerca e Soccorso (SAR) dell’Aeronautica Militare italiana, a ricordare quei momenti frutto di addestramento, perserveranza e anelito per l’avventura.

Il militare anagnino, che oggi presta servizio all’85° Centro Combat Sar, grazie a quel record, è entrato a far parte dell’Explorers Club di New York. E’ il club di esploratori più prestigioso al mondo e vede membri di fama mondiale, come Neil Amstrong e Buzz Aldrin, i primi a toccare la Luna.

Oltre loro come non ricordare un altro famoso membro: il Gen. Chuck Yeager, famoso pilota collaudatore e primo uomo a superare la barriera del suono nel 1947.

Da più di venti anni mi occupo di esplorazioni speleo subacquee e di ricerca di relitti profondi. Questo riconoscimento – ha detto il Maresciallo – è stato del tutto inatteso e mi ha reso orgoglioso e fiero per tutti i miei sforzi e sacrifici”

Condividi l'articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *