Duplice incendio e situazione complicata da sbrogliare in cui è stato chiamato in causa l’82° Centro C.S.A.R. del 15° Stormo.

L’equipaggio di allarme è stato chiamato ad operare ieri pomeriggio, 21 Agosto, esattamente alle ore 16:35 presso la località di Altofonte (PA).
Durante l’intervento sono stati avvisati anche di un secondo incendio in via di estensione nella zona di Corleone (PA).
Per cui, appena è stato possibile, l’elicottero HH139A ha effettuato un rapido rifornimento presso l’aeroporto di Boccadifalco (quasi come avviene in Formula Uno) per poi effettuare la seconda sortita…

Le due località interessate: Altofonte e Corleone

Gli ordini di decollo sono giunti dal C.O.A. (Comando Operazioni Aeree) di Poggio Renatico (FE).
Ottimo e tempestivo il coordinamento effettuato dalla Sala Operativa Unificata Permanente (S.O.U.P.) della Regione Sicilia, e, in entrambi i casi gli incendi sono stati completamente domati.

Il secondo intervento, presso Corleone, è avvenuto alle 18:30 circa, mentre il termine delle operazioni è avvenuto alle 20:20, al tramonto.

In sintesi, questi sono stati i numeri della missione:
Due sortite con lo sgancio di 13 mila litri di acqua suddivisi in 18 lanci, effettuati in circa 3 ore e mezza di volo!

NOTA

L’HH-139A fa parte degli assetti delle Forze Armate che il Ministero della Difesa ha messo a disposizione per la campagna antincendi boschivi di quest’anno in Sicilia, a seguito di un accordo siglato lo scorso 8 giugno con la Protezione Civile Nazionale e con la Regione Sicilia.

L’antincendio è una delle capacità duali che l’Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette a disposizione della collettività nei casi di pubblica utilità o in occasioni di calamità, operando in questo caso in stretto contatto e a supporto delle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi a terra e in volo.

Mammajut 82°!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *