Donazione dello storico ‘Jolly’ al 15° Stormo

da parte del Gen. Brig. (r) Plinio Lancia, nominato Socio Onorario

con in appendice

La storia del Cant Z 506 C “Jolly
(e del suo portello con lo stemma del giullare)

– di Giacomo De Ponti –

  Il 5 Luglio 2018, in occasione della serata di premiazione dell’equipaggio vincitore dell’edizione 2018 del “Trofeo Francesco Asti” (un equipaggio dell’80° Centro CSAR di Decimomannu) si è tenuta la semplice ed allo stesso tempo sentita cerimonia della donazione da parte del Gen. Brig. (r) Plinio Lancia al 15° Stormo del prezioso cimelio storico costituito dal portello di accesso del Cant Z 506 impreziosito dallo stemma del “Jolly”, stemma che dal momento della costituzione del Centro di Sopravvivenza ed Aerosoccorso (CSA), è divenuto l’emblema iconico degli Aerosoccorritori dell’A.M.

 il Gen. Plino Lancia e il Col. Tomaso Invrea

Questo cimelio, la cui storia è più dettagliatamente raccolta nello scritto che segue, fu recuperato e custodito dal compianto e mai dimenticato Col. Franco Papò, creatore del CSA a Vigna di Valle ed ora a Furbara; successivamente alla sua scomparsa il cimelio passò nelle mani, quale ideale testimone storico degli Aerosoccorritori, del Gen. Lancia, suo successore al Comando del CSA, il quale lo ha conservato gelosamente sino al momento della decisione di farne dono al 15° Stormo, il reparto che oggi, artefice di tanti decenni di attività di Soccorso Aereo continua a formare, addestrare ed impiegare gli Aerosoccorritori dell’AM.

Ufficio del Comandante presso l'Aeroporto di Cervia

Il cimelio è stato consegnato al Col. Tomaso Invrea, per la particolare occasione e per volere del Gen. Lancia circondato da tanti Aerosoccorritori in servizio ed in congedo, e successivamente, il 19 Settembre, in occasione del cambio di Comando con il Col. Diego Sismondini lo stemma del “Jolly” è stato ufficialmente posizionato in una teca espressamente realizzata, nello stesso ufficio del Comandante, nell’aeroporto di Cervia sede del 15° Stormo.

Foto ricordo della cerimonia - 19/09/2018
Il cimelio mostrato al Trofeo Asti

Riconoscendo il gesto del Gen. Lancia altamente significativo per la perpetuazione delle tradizioni degli appartenenti al Soccorso e pienamente calato nello spirito e nelle motivazioni della “Gente del 15°”, su proposta del Consiglio Direttivo l’Assemblea Generale dei Soci del 2018 ha deciso la nomina del Gen. Lancia a Socio Onorario con la seguente motivazione:

“Spirito azzurro nel cuore e nelle azioni, fortificato da lunga vita professionale spesa in Aeronautica Militare, addestratore di generazioni di Sommozzatori ed Aerosoccorritori, Uomo per il quale il Soccorso nel mare è stata missione di vita, ha voluto coronare il suo legame con il 15° Stormo donando alla memoria storica del Reparto un prezioso cimelio che appartiene e rappresenta la Storia, la passione ed il sacrifico di tutti gli Uomini di questa grande ed appassionata famiglia. Lo stemma che viene donato, il ‘Jolly’, divenuto simbolo araldico degli Aerosoccorritori, ha operato in guerra ed in pace su un velivolo Cant Z 506 dell’84° Gruppo Idrosoccorso a Vigna di Valle e rappresenta da allora ancora oggi l’anima coraggiosa e sprezzante del pericolo degli uomini che come lui e tutti noi sono custodi di valori e passioni immutabili nel tempo e di cui la Gente del 15° si sente gelosa custode”.

il Gen. Giacomo De Ponti e il Gen. Plinio Lancia

La nomina è stata annunciata ed il diploma con la motivazione è stato consegnato al Gen. Lancia dal Presidente AG15° dopo la consegna del cimelio, nel corso della serata conclusiva del Trofeo Asti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *