IN RICORDO DEGLI ANGELI DEL SAR

«… il ricordo di questi otto ragazzi rimarrà sempre vivo dentro i nostri cuori e l’Aeronautica Militare, di certo, troverà il modo di esservi sempre vicina, proprio come in una grande famiglia »

 CERIMONIA per i nostri Caduti
A LISle en BARROIS (FRANCIA) 

GIOIA DEL COLLE
– 23.10.2020 –

«… il ricordo di questi otto ragazzi rimarrà sempre vivo dentro i nostri cuori e l’Aeronautica Militare, di certo, troverà il modo di esservi sempre vicina, proprio come in una grande famiglia ».

Queste sono le parole conclusive che il Comandante del CFSS Gen. D.A. Achille Fernando Cazzaniga ha rivolto alle famiglie dei  nostri Caduti, nel corso della cerimonia che, da lui presieduta, si è svolta ieri 23 ottobre sull’aeroporto di Gioia del Colle presso l’84° Centro CSAR del 15° Stormo.

Alla funzione religiosa, svoltasi  in hangar  in un clima di serena ma profonda commozione, ha partecipato una rappresentanza dei familiari degli otto “Angeli del SAR”,

alla presenza del Comandante del 15° Stormo Col. Pil. Giacomo Zanetti, del Comandante del 36° Stormo Col. Pil. Antonio Vergallo  e del Comandante dell’84° Centro CSAR Magg. Pil. Flavio Perona.

Il Magg. Flavio Perona – Comandante dell’84° centro CSAR

 

Il Generale Cazzaniga, rivolgendosi ai familiari degli aviatori defunti, ha voluto partecipare il senso di vicinanza di tutta la Forza Armata alle famiglie colpite dalla grave perdita dei propri cari, sempre pronti a mettere a rischio la stessa vita pur di compiere il proprio dovere, evidenziando il sentimento comune di estrema riconoscenza a chi ha visto scomparire prematuramente i propri affetti sopportandone il dolore con misurata e discreta compostezza.

La cerimonia

 

Il monumento in ricordo di tutti i caduti dell’84° Centro

 

Al termine della messa, i familiari delle vittime e le rappresentanze militari hanno raggiunto il monumento ai caduti, presso 84° Centro CSAR per la benedizione e deposizione di una corona;
Sul monumento deposto anche un cuscino di fiori a testimonianza dell’affetto e della vicinanza di tutta la “Gente del 15°”.

 

Abbazia di Lisle en Barrois (Francia)


Ma non solo a Gioia del Colle sono stati ricordati i nostri Angeli del SAR; anche a Lisle en Barrois i coniugi  Bernard e Marie Borghini, unitamente ad alcuni appartenenti alla comunità locale hanno commemorato i nostri Caduti con una messa ed una pianta di fiori deposta sul monumento in terra francese.

Un affettuoso ringraziamento rivolgiamo a Bernard e Marie Borghini che, nominati Soci Onorari della nostra Associazione nel 2016, si confermano sempre vicini ed amici veri (vrais Amis).

 

VRAIS AMIS
Amici veri in un sentimento nato quando il destino ha privato il 15° Stormo e la sua  Gente di valorose anime azzurre, quando i nostri Angeli sono volati più in alto nel cielo di Francia.
Da allora hanno aperto il loro cuore e la loro casa a tutti coloro che vogliono onorare, lì sul luogo del loro sacrificio, i nostri Caduti.
Amici veri in un’accoglienza sincera e generosa che non affievolisce, che attraversa immutata le stagioni della vita.
Gli Angeli sono nel loro cuore come nel nostro, hanno condiviso il nostro dolore e sono ora vicini e partecipi delle nostre passioni, sono per noi gli Amici di un’amicizia fraterna che tutto offre e nulla chiede se non l’amicizia che ricambiamo viva e scolpita nel tempo

Alcuni momenti della Messa di suffragio nell’Abbazia di Lisle en Barrois

Mammajut

Commemorazione dei caduti di Creola Saccolongo

– di Luca Michele Sarcina –

La cerimonia ha ricordato i militari del 15° Stormo caduti nell’Ottobre del 1977

   Giovedì 17 Ottobre 2019, presso la Parrocchia di San Pietro Apostolo a Creola di Saccolongo (PD), si è svolta la cerimonia di commemorazione dell’incidente aereo, avvenuto il 20 Ottobre 1977, nel quale, a bordo di un elicottero “Agusta Bell” modello 204b, hanno perso la vita cinque militari dell’Aeronautica Militare, precipitati in un campo coltivato, dopo aver miracolosamente evitato il campanile della chiesa parrocchiale ed una scuola elementare nella frazione di Creola di Saccolongo (Padova). Leggi tutto “Commemorazione dei caduti di Creola Saccolongo”

Per il ricordo di Francesco Asti

Il Cap. Pil. Francesco Asti, Capo Equipaggio di un HH-3F impiegato in soccorso notturno in favore di un marinaio in imminente pericolo di vita a bordo di un sommergibile francese in navigazione nel Tirreno, perdeva la vita il 18 agosto 1984, a seguito di incidente occorso in tale frangente al suo elicottero.

Insignito di Medaglia d’Argento al Valore Aeronautico e di Médaille de l’Aéronautique tributata dal Ministero Difesa Francese alla memoria,  Franco Asti ha lasciato un segno indelebile nei nostri cuori. Leggi tutto “Per il ricordo di Francesco Asti”

UN UOMO CON L’ANIMO ARS

Il 12 Giugno 2012, all’interno dell’aeroporto militare di Cervia, sede del 15° Stormo, il Primo Maresciallo Alessandro Musacchio, Aerosoccorritore in forza all’81° Centro Addestramento Equipaggi, perde la vita in un incidente durante un’attività addestrativa di soccorso aereo.

Non c’è modo più appropriato di onorarne il ricordo se non attraverso le parole di chi lo ha conosciuto, come militare e come uomo, durante gli ultimi anni di servizio al 15° Stormo: gli amici e colleghi Aerosoccorritori. Leggi tutto “UN UOMO CON L’ANIMO ARS”

2018 – Cerimonia di Commemorazione dei Caduti di Creola di Saccolongo

Il 20 Ottobre si è tenuta come ogni anno la cerimonia di ricordo e commemorazione dell’equipaggio di un AB-204 di quello che all’epoca era il 3° Distaccamento SAR di Grottaglie (poi 84° Centro di Brindisi, oggi Gioia del Colle), scomparso in un incidente di volo nel corso di una missione di soccorso a Creola di Saccolongo (PD) il 20 Ottobre 1977.

Leggi tutto “2018 – Cerimonia di Commemorazione dei Caduti di Creola di Saccolongo”

Il 18 agosto ….e non solo

Gino

Il 18 agosto ci siamo ritrovati al Verano per la consueta cerimonia di ricordo del sacrificio di Francesco Asti. Verrebbe da dire che eravamo i soliti 4 gatti, ma non è vero. Non è vero perché quest’anno eravamo di meno. Incombeva su di noi la mancanza di Gino Fischione.
Che io ricordi Gino, con la sua signora, era una delle certezze dell’incontro del 18 agosto.

Leggi tutto “Il 18 agosto ….e non solo”