Sintesi della nascita del progetto ed il Comitato di Redazione

di ODL

     La prima volta in assoluto che la parola “libro HH-3F” comparve nero su bianco, al di fuori della mente di colui o di coloro che “l’avevano già pensata”,  fu nel verbale della 19^ Riunione del Consiglio Direttivo, svoltasi il 16 novembre 2012 presso la Casa dell’Aviatore a Roma.

Ricordo che nel corso di quella riunione fu ipotizzato che il libro sarebbe stato realizzato dalla Rivista Aeronautica, che il reperimento del materiale sarebbe stato a cura dell’Associazione e dello Stormo e che il comitato di redazione sarebbe stato composto da Bruno Romanini, Diego Sismondini e Antonello Albanese.

Tutto sembrò chiaro, ma  il tempo  trascorse senza alcuna novità fino e  per tutto il primo semestre 2014; l’11 luglio però il progetto “libro HH3F” travalico inaspettatamente le pareti di casa:  venne convocata e si svolse presso lo Stato Maggiore Aeronautica una prima riunione di coordinamento, seguita a breve distanza da una seconda il 21 luglio. Durante queste riunioni con la Rivista Aeronautica, cui partecipai insieme a Bruno Romanini e Diego Sismondini, vennero  individuati gli argomenti ed una prima suddivisione dei possibili capitoli. Ad ottobre 2014, dopo la cerimonia di “Phase Out” dell’HH3F a Pratica di Mare, si fece ancora un ulteriore e significativo passo avanti con la rielaborazione, da parte di Giacomo De Ponti, dell’indice del libro e di una proposta di organizzazione del lavoro.

Finalmente poi a novembre, dopo varie fasi e tante incertezze, si arrivò alla :

    • decisione di prevedere un solo interlocutore dell’AG15 per i coordinamenti e per gli accordi di redazione del libro;
    • conferma da parte della Rivista Aeronautica che il “modello” di testo da utilizzare sarebbe stato quello già usato da Giacomo De Ponti per il 1° capitolo “Le origini e i primi passi”;
    • conferma dell’ approccio utilizzato inizialmente nella realizzazione dei testi, con l’abbinamento degli elementi oggettivi e storici con le testimonianze dirette.

   A parte alcuni dettagli, le difficoltà iniziali sembrarono definitivamente superate e si pensò davvero di poter finalmente “partire”; e così fu, il 17 novembre 2014.